Archivi del mese: aprile 2012

L’Accademy Tv di Repubblica. Come ti sfrutto il videomaker

Oggi Repubblica lancia la sua Academy per video-reporter.

“Academy è la scuola di videogiornalismo realizzata con le migliori firme di Repubblica. I migliori venti Reporter provenienti da ogni angolo d’Italia potranno entrare nell’Academy: è possibile concorrere all’ingaggio inviando foto o video.
I Reporter selezionati verranno coinvolti in uno specialissimo corso di formazione teorico e pratico. Palestra digitale: i Reporter produrranno reportage e inchieste esclusive che saranno retribuiti.”

Per partecipare alla selezione si carica il proprio video su Repubblica e si accettano le condizioni contrattuali che regoleranno l’utilizzo e il possibile sfruttamento del materiale audiovisivo. SOLO PER I VIDEO SCELTI, la cessazione dei diritti verrà retribuita con  ben….. 5 euro lordi, come scritto nel regolamento

Corrispettivo
Quale unico corrispettivo per la cessione di cui al precedente art. 1.2, in caso di selezione del Filmato ed esercizio dell’opzione da parte della Società, la Società Le riconoscerà l’importo lordo minimo di Euro 5,00 (cinque/00) per ciascun Filmato che sarà stato selezionato dalla Società. Resta inteso che eventuali corrispettivi maggiori rispetto al suddetto importo minimo potranno essere di volta in volta determinati dalla Società a propria discrezione, senza che Lei possa comunque vantare alcuna pretesa o diritto al riguardo.
Pertanto, con il presente Accordo, Lei dichiara espressamente di non aver null’altro a pretendere dalla Società, né da alcun terzo, oltre al corrispettivo sopra previsto.”

Ovviamente il compenso verrà pagato al raggiungimento dei 200€ (cioè dovranno essere scelti almeno 40 dei vostri video). Solo dopo i Reporter più bravi entreranno a far parte dell’Academy  e otterranno un ingaggio per cui verranno pagati (ci auguriamo più di 5€ lordi).

Una presa in giro del Citizen Journalism.

Ci aspettiamo da L’Espresso la stessa sdegnata levata di scudi contro il precariato e lo sfruttamento che avvenne quando il PD offrì uno stage regolarmente retribuito.

Annunci